Un secolo di storia divina e umana: le suore di Nyeri in festa a San Giuliano di Puglia

SAN GIULIANO DI PUGLIA. Un’esperienza di fede, comunione e fraternità ma anche un segno di incontro, dialogo e scoperta di luoghi sempre più vicini sotto la stessa fede. Le suore di Maria Immacolata di Nyeri (Kenya) hanno celebrato il centesimo anniversario dalla fondazione che ricorrerà in Africa il prossimo 24 ottobre. Una giornata speciale a San Giuliano di Puglia, uno dei centri diocesani dove sei religiose sono impegnate con il servizio pastorale (attualmente la comunità di Santa Croce di Magliano e San Pietro a Termoli).

Si tratta della congregazione fondata da monsignor Filippo Perlo, uno dei primi quattro missionari della Consolata in Africa. “Un secolo di storia divina e umana – ha osservato suor Lydia – che ha segnato la vita della Chiesa e non solo grazie al sì iniziale a Dio di suor Amalia, suor Melania e suor Cecilia e di tante suore successivamente testimoni con la loro vita consacrata e missionaria di come si ama, si lavora e ci si sacrifica per l’annuncio del Vangelo lodando sempre Dio”.

Sabato 7 ottobre il vescovo, Gianfranco De Luca, ha presieduto la messa nella chiesa di San Giuliano martire insieme ad altri sacerdoti rinnovando il grazie alle suore per il loro impegno e il senso della missione proprio nel mese dedicato a chi dedica la propria vita a Dio in ogni pare del mondo. Suor Consolata, Suor Lucy, Suor Lydia, Suor Luciana, Suor Mary e Suor Wilfridah si sono integrate molto bene e offrono il servizio con impegno in chiesa, con le famiglia e verso i più bisognosi. Sono entusiaste di condividere questa esperienza e contano sulla preghiera di tutti con un grazie che parte dal cuore.

In occasione dell’importante centenario torneranno in Kenya insieme ad amici incontrati qui in Molise, ad esempio a San Giuliano di Puglia dove il coro parrocchiale si è distinto con amicizia per la piena integrazione anche nel coinvolgimento e nella preparazione dei canti. La messa è stata animata anche da danze tradizionali di preghiera e ringraziamento al Signore e alla Madonna tra simboli e significati di vita cristiana e sequela del Vangelo. Al termine della celebrazione suor Lydia ha ringraziato tutti per un’esperienza intensa di incontro e condivisione.

Commenti