Un giovane gregorianista al servizio della Diocesi: il percorso di Paolo Tarantino

Da diversi anni la Diocesi di Termoli – Larino, sotto la spinta e la guida del Vescovo, mons. Gianfranco De Luca, sostiene l’Istituto Diocesano di Musica Sacra e altre iniziative dedicate alla valorizzazione della musica sacra e della musica liturgica anche con particolare riguardo al canto gregoriano come canto proprio della Chiesa.
In questo contesto e laboratorio di esperienze formative e di crescita aperte a tutti coloro – religiosi e laici – interessati nell’approfondire la propria conoscenza tecnica e musicale in tale ambito si inseriscono anche alcuni percorsi specifici che consentono di dare valore all’intero territorio in cui si svolge il proprio servizio con la possibilità di mettere a disposizione di tutta la Chiesa le conoscenze acquisite e le ricerche realizzate.
Tra questi si segnala il percorso seguito dal maestro Paolo Tarantino, di Termoli, responsabile dell’Istituto di musica sacra e, tra le altre cose, direttore del Coro diocesano e della Cappella musicale della Cattedrale di Santa Maria della Purificazione a Termoli. Nei giorni scorsi ha conseguito, ottenendo la votazione summa cum laude, il diploma di Advanced Studies in Canto gregoriano alla Scuola universitaria di musica della Svizzera Italiana a Lugano discutendo una tesi dal titolo “Sondaggio per un Kyriale romano ‘Novum’ alla luce della semiologia e della restituzione melodica” con relatore il prof. Giovanni Conti e correlatore il prof. Juan Carlos Asensio Palacio. Paolo Tarantino è, dunque, un gregorianista al servizio della Diocesi che ha maturato la sua formazione confrontandosi con i maggiori esperti e docenti a livello internazionale elaborando, peraltro, una tesi sperimentale che ha affrontato la revisione del Kyriale: un lavoro inedito per la complessità della ricerca che sarà anche pubblicato, dedicato al Libro liturgico della Chiesa cattolica che contiene la notazione musicale gregoriana delle parti fisse della messa (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Agnus Dei).
Per Paolo Tarantino si tratta della conferma di un percorso curricolare che sta affrontando con impegno, passione e spirito di servizio per la Diocesi di appartenenza, che ora continua con un master in Canto Gregoriano seguito presso la stessa scuola dove approfondirà gli studi e proseguirà il suo lavoro di ricerca. Un contributo di conoscenza ed esperienze dunque, al servizio della comunità diocesana e della Chiesa in generale, che si inserisce proprio nell’opera di attenzione dedicata dalla Diocesi di Termoli-Larino a questo settore e nell’accompagnamento di coloro che vogliono condividere un percorso di crescita e, al tempo, valorizzando il patrimonio di risorse e competenze a disposizione di tutti.

Commenti