Servono modifiche ma il tunnel si può fare: arriva il sì del Consiglio dei ministri. Sbrocca: “Soddisfatti”

TERMOLI. Dal governo arriva il sì al progetto di riqualificazione. Sì al tunnel, con delle modifiche. Il consiglio dei ministri ha deciso “di accogliere parzialmente l’opposizione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo avverso la determinazione del Comune di Termoli n. 90 del 9 novembre 2017, concernente la realizzazione di un sistema integrato per la viabilità e la mobilità sostenibile, con parcheggio multipiano interrato e recupero funzionale dell’area denominata “Pozzo Dolce”. Il Consiglio dei Ministri ha deliberato, ai sensi dell’articolo 14-quinquies, comma 6, della legge 241 del 1990, di consentire la prosecuzione del procedimento, purché nel rispetto della necessaria tutela dei beni archeologici e paesaggistici”.

Ne è entusiasta il sindaco Angelo Sbrocca.
“Accogliamo – ha detto il primo cittadino – con grande soddisfazione la positiva decisione del Consiglio dei Ministri relativa al progetto di riqualificazione del centro di Termoli.
Finalmente è stato superato l’ultimo ed unico ostacolo posto dalla

Soprintendenza ai beni culturali di Campobasso (unico Ente ad aver espresso un parere negativo tra i tanti che avevano dato l’approvazione). Sono state riconosciute quindi le ragioni del Comune di Termoli e la correttezza dell’iter amministrativo seguito oltre che la validità del progetto”.

Commenti