“Rischio la libertà”, continua a Larino il percorso di dottrina sociale aperto a tutti

Continua venerdì 29 marzo 2019, dalle 19 alle 20, nella Biblioteca diocesana di Larino, un percorso di Dottrina Sociale della Chiesa promosso dal Progetto Policoro della Diocesi di Termoli-Larino in collaborazione con Anci Molise (Associazione Nazionale Comuni Italiani), intitolato #rischiolalibertà.
È rivolto a giovani amministratori e a tutti i giovani che amano la propria terra e sono desiderosi di vivere un’esperienza di confronto e crescita insieme ad attori di sviluppo locale.
L’iniziativa, sostenuta e incoraggiata dal vescovo, Gianfranco De Luca, ha previsto otto incontri di formazione, di cui cinque tenuti da don Marcello Paradiso, teologo e vicario generale della Diocesi, contraddistinti da momenti di ascolto e di condivisione che si svolgeranno in un clima di convivialità per promuovere occasioni di incontro, di conoscenza e facilitare lo scambio di buone pratiche amministrative ripensando il territorio.
Un’atmosfera accogliente a cura di Pietrangolare, associazione che ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere i beni culturali della Diocesi.
Non a caso il luogo scelto è quello della Biblioteca diocesana nel centro storico di Larino, dove cultura, storia e musica si incontrano.
“Una sfida che – spiegano i promotori – desideriamo cogliere e che partendo proprio dalle parole di Papa Francesco ci sprona a metterci in gioco in un’ottica sinodale: “Essere liberi è una sfida, una sfida permanente: affascina, avvince, dà coraggio, fa sognare, crea speranza, investe sul bene, crede nel futuro”.
Il programma prevede anche testimonianze di ospiti speciali, dopo Giuseppe Savino, il creatore di Vazapp (hub rurale con giovani agricoltori) il 10 aprile arriverà l’economista Stefano Zamagni (docente di Economia politica all’Università di Bologna ed esperto di terzo settore) che darà indicazioni concrete di Economia sociale partendo dai principi della Dottrina Sociale della Chiesa; il 4 maggio Gigi De Palo, Presidente del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari, parlerà dell’importanza di mettersi in gioco impegnandosi in politica.
Gli eventi speciali saranno animati dai giovani della Don Luigi M.Aster Band accompagnando i momenti di formazione con brani ispirati ai temi affrontati. È sempre previsto un coffee break di accoglienza aperto a tutti.
“Rischiare la propria libertà mettendosi in gioco per il bene comune – concludono gli organizzatori dell’iniziativa – è la sfida che lancia questo corso, per dirla con una metafora sarà come ‘scalare una montagna’, e come in ogni scalata è importante che ognuno faccia la sua parte ma uniti da una sola corda, verso un’unica meta”.

Commenti