Rischia di annegare, ecco l’appello accorato: “Vogliamo conoscere gli angeli che hanno salvato Michele”

TERMOLI. “Vogliamo conoscere e ringraziare gli angeli che hanno salvato la vita a Michele”, è un appello accorato che arriva alla nostra redazione dalla famiglia del giovane 28enne che domenica mattina, alle 11.30 circa, ha rischiato di morire annegato nelle acque del lungomare nord, nel tratto di spiaggia libera a poca distanza dal lido Blutuff.
“Aiutateci a trovare l’uomo, di circa 60 anni, e la dottoressa che hanno permesso a mio fratello di tornare in vita. Mio fratello – ci dice Katia, sorella di Michele Buccinotti – era praticamente morto. Era in acqua con una sua amica, quando un’onda altissima e improvvisa lo ha travolto. Lui ha iniziato a ingerire acqua e la corrente se lo stava portando lontano. L’amica lo ha visto praticamente galleggiare, aveva perso conoscenza. La giovane ha chiesto soccorso”.

E’ a quel punto che subito si è tuffato in acqua un uomo di circa 60 anni che ha riportato Michele a riva. Nei paraggi c’era un medico, una dottoressa che si è precipitata verso Michele. Gli ha praticato subito la respirazione bocca a bocca e il massaggio cardiaco. Secondi vitali per il giovane foggiano di 28 anni che in pochissimo tempo ha ripreso conoscenza. “E’ tornato in vita”, ci dice la sorella.

Katia ci racconta questa storia, è emozionata e chiede l’aiuto di tutti: è importante per la famiglia ringraziare i due “angeli” di Michele. La dottoressa che è intervenuta ha i capelli biondi, solo questo siamo riusciti a sapere.
Subito sul posto sono arrivati gli altri soccorritori di Misericordia e 118 e Michele è stato trasportato e ricoverato al San Timoteo. Ora sta bene.
Se i due straordinari eroi si riconoscessero in questa vicenda e se c’è qualcuno che sa chi sono, basta contattare o la nostra redazione o la stessa Katia al numero di telefono 3203446008.

Commenti