Quasi 250 grammi di droga in auto: fermati sulla Statale 16, due pusher in manette

TERMOLI. Nel tardo pomeriggio di lunedì, nell’ambito degli ormai consolidati servizi preventivi di controllo del territorio, la Compagnia Carabinieri di Termoli ha predisposto un dispositivo volto alla prevenzione e repressione dei reati connessi al traffico di sostanze stupefacenti, con il concentramento in via prioritaria nell’abitato di Campomarino e Termoli.

Numerosi i controlli effettuati con attuazione di vari posti di controllo lungo le principali arterie stradali dei due comuni, durante i quali le pattuglie dislocate sul territorio hanno effettuato diverse ispezioni.

Nel corso del servizio, ad un equipaggio della Sezione Radiomobile della Compagnia di Termoli, non è passata inosservata una piccola utilitaria che percorreva la Strada Statale 16 proveniente dalla vicina Puglia, con a bordo due giovani. All’atto dell’immediato controllo i giovani, entrambi residenti nel capoluogo molisano e dell’età di 24 e 23 anni, sono apparsi nervosi, destando sospetto negli operanti.

La perquisizione personale ha permesso di rinvenire 190 grammi di hashish, oltre 40 grammi di eroina e 2 grammi di cocaina. La successiva attività perquisitiva estesa alle rispettive abitazioni, con l’ausilio di un equipaggio della Sezione Radiomobile id Campobasso, invece, non ha dato positivi riscontri, a testimoniare il fatto che l’approvvigionamento avviene con cadenza periodica.

Al termine degli accertamenti e delle formalità di legge, i giovanissimi – entrambi incensurati – sono stati associati alla Casa Circondariale di Larino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, cui dovranno rispondere in concorso di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di prevenzione volta ad infrenare il fenomeno del rifornimento nella vicina Puglia viene svolto quotidianamente dai Carabinieri della Compagnia di Termoli ed intensificato in occasione di servizi mirati.

I controlli disposti dal Comandante della Compagnia Carabinieri proseguiranno nel corso del week – end, che si preannuncia come il primo pre-estivo e saranno intensificati nelle ore notturne, con il fine di prevenire reati predatori contro il patrimonio sia pubblico che privato. L’esortazione del Comando di Via Brasile, ormai divenuta un must, è quella di segnalare qualsiasi evento possa essere suscettibile di sospetto.

Commenti