Punto Nascita di Termoli, Fontana (M5S): “Resta aperto nonostante l’indifferenza di Toma”

Duro l’intervento del consigliere regionale Valerio Fontana, su Punto nascita di Termoli:

“È notizia di pochi minuti fa che il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso dei Commissari ad acta, quindi il Punto nascita di Termoli resta aperto. – afferma Fontana – Siamo tutti contenti, è un grande giorno. Però delle considerazioni vanno fatte: il governo Toma continua a denigrare il basso Molise.

Ancora una volta – continua il Consigliere pentastellato – alle parole e agli annunci della politica regionale seguono fatti diametralmente opposti. A difendere il Punto nascita di Termoli al Consiglio di Stato, ieri, la Regione Molise non c’era. A garantire il diritto alla salute dei cittadini devono essere le istituzioni, non i cittadini dentro ai tribunali. Questa regione va al contrario. Onestamente, per quanto assurdi siano questi comportamenti in capo ad un’alta istituzione politica, vi confesso che non mi stupisco più. – dice Valerio Fontana – Del resto c’era un precedente identico altrettanto grave, quello del tunnel di Termoli.

Anche qui, il governo regionale si era detto fermamente contrario all’opera ma poi, nei fatti, in tribunale si è andato a sedere ‘dalla parte sbagliata’, cioè insieme agli avvocati della ditta appaltatrice e all’amministrazione Sbrocca (pro Tunnel). Ma c’è un’ulteriore aggravante: questo governo regionale non dà seguito alle delibere di Consiglio. Lo scorso 24 settembre – continua – abbiamo chiesto a Toma, all’unanimità, di bloccare tutte le chiusure dei reparti degli ospedali molisani fino all’approvazione del nuovo Pos. Come avevamo deliberato l’istituzione di una Commissione speciale sulla sanità.

E non si sta impegnando in questo senso. In definitiva – conclude il portavoce M5S – politica da una parte e cittadini dall’altra. Questa è la triste realtà. E vorrei precisare che l’amministrazione guidata da Francesco Roberti, sindaco di Termoli di Forza Italia, è stata la prima a costituirsi al Consiglio di Stato. Mentre la Regione in capo a Donato Toma, sempre di Forza Italia, non si è proprio presentata. Misteri del centrodestra molisano.”

Commenti