Peschereccio rischia di affondare, salvati in extremis equipaggio e imbarcazione

TERMOLI. Si conclude all’alba con successo, il coordinamento del  soccorso compiuto dalla sala operativa della Capitaneria di Porto  di Termoli a favore di un motopesca il cui comandante alle ore  23:30 circa faceva pervenire una richiesta di aiuto a causa di un improvviso allagamento dei locali macchine.

Dal momento della chiamata l’Autorità Marittima ha ordinato a due unità in navigazione zona di fornire assistenza all’unità interessata che in breve tempo andava in black out generale con
radio fuori uso.

L’unità navale Guardia Costiera – operativa con personale in sede pronto a muovere ventiquattro ore su
ventiquattro – si è diretta sul punto in pochi minuti iniziando con i
mezzi in dotazione l’esaurimento dell’acqua a bordo del peschereccio sinistrato.

Contestualmente la Guardia di Finanza e i Vigili del fuoco hanno messo prontamente a disposizione
rispettivamente un’unità navale e una pompa barellabile compressiva di gruppo elettrogeno, inviati al più presto sul posto per contrastare definitivamente l’ingresso di acqua a bordo.

Nel giro di qualche ora, tutte le risorse impiegate, hanno consentito il
rientro in sicurezza del motopesca e del suo equipaggio in porto a Termoli.

Concluso il soccorso, il personale della Capitaneria di Porto di Termoli, sarà impegnata con l’inchiesta volta ad individuare cause ed eventuali responsabilità dell’evento occorso, con lo
scopo di garantire la sicurezza della navigazione.

Commenti