Operatori del porto di Termoli a confronto

Lo scorso 30 novembre 2018 Assoporto Termoli si è riunita presso la sede dei cantieri navali di “ITALIAN VESSELS Srl”, per deliberare il Bilancio Preventivo per l’anno 2019.

Chiusa l’assemblea degli associati, nella quale si è registrata la crescente soddisfazione per le attività portate avanti dalla associazione e per i risultati raggiunti, su iniziativa del presidente Angelo Marinucci si è tenuta una assemblea informale, allargata anche alle imprese non aderenti ad Assoporto.

Si è avuto dunque un vivace dibattito tra operatori, ciascuno dei quali è stato chiamato a segnalare le criticità, grandi e piccole, che incontra giornalmente lavorando nella zona portuale di Termoli. Il dibattito ha portato alla formulazione di una sorta di check-list dei problemi, che verrà nel breve organicamente rielaborata e trasmessa alle istituzioni che hanno competenza sul porto (Regione Molise e Comune di Termoli). Si è parlato in particolare di Piano Regolatore, di dragaggio, di viabilità portuale (ancora in parte interdetta per i noti fenomeni di erosione), della pulizia del porto, del miglioramento dei servizi etc.. L’intento della associazione, su questo invitata anche dalla Regione Molise con cui si è aperto un tavolo consultivo permanente, è quello di avviare una periodica ricognizione e rappresentazione delle criticità che incontrano gli operatori, allo scopo di tener desta la attenzione delle istituzioni chiamate alla soluzione di questi problemi.

Molto gradita è stata la visita, al termine dei lavori, del Comandante del Porto di Termoli Cap. Francesco Massaro, da poco insediato al comando del Porto, accompagnato dal Nostromo Vincenzo Mazzone. Il comandante ha salutato tutti i presenti, manifestando la piena disponibilità del suo ufficio a supportare gli operatori affinchè il porto cresca e migliori.

Infine, si è avuta la adesione ad Assoporto Termoli di tre nuove imprese.

Commenti