Olandesi, Ungheresi, Romeni e Turchi in visita a Termoli

TERMOLI. Giornata intensa per il presidente dell’Archeoclub di Termoli Oscar De Lena che ieri, in una giornata tipicamente primaverile, ha accompagnato turisti di mezza Europa in visita al nostro Borgo Vecchio.

In mattinata guida alla conoscenza del Borgo per tre professori provenienti dal Liceo Scientifico M.Pagano di Campobasso: Giovanna Ciocca, Raffaella Palermo e Maria Pina Grassi con due professori olandesi Herman Mooij e Daan Van Smaalen provenienti dall'”ULENHOF COLLEGE” della città di Doetinchem. La presenza dei due professori olandesi è legata ad uno scambio culturale sul tema “La cucina patrimonio culturale europeo”.

Anche se in mattinata il borgo era invaso da oltre 300 moto per il loro raduno annuale a Termoli, comunque è stato possibile far visitare e raccontare loro la storia del nostro borgo con le sue viuzze, le sue piazzette, la Cattedrale con i nostri due santi Basso e Timoteo, “a rejiecelle” e una panoramica della nuova e vecchia Termoli dal terrazzo del castello. Tanti gli apprezzamenti e gli elogi al nostro borgo dei due provenienti dalla terra dei tulipani che completeranno il loro tour nel nostro Molise visitanto altri paesi tipici e località archeologiche come Sepino.

Nel pomeriggio, sempre provenienti da Campobasso, sono arrivati, accompagnati dai professori Nunzia Petrollino e Domenico D’Onofrio, 20 studenti e studentesse dell’ Istituto Biotecnologico “Sandro Pertini” di Campobasso con altrettanti studenti provenienti dalla Romania, dall’Ungheria e dalla Turchia. Anche per questo nutrito gruppo è stato ripetuto il tour mattutino e tantissime sono state le foto scattate sia durante il passaggio nella “rejicelle” che da sopra il terrazzo del castello.
Molto interessante sono stati gli scambi di informazioni e di battute con la professoressa e gli studenti turchi quando il presidente dell’Archeoclub De Lena ha trattato il racconto dell’assalto di Termoli da parte dell’ammiraglio Pialì Pascia al servizio del sultano Solimano II nel lontano 2 agosto 1566.

Anche questi studenti stranieri si trovano nel nostro Molise per il progetto “Move yourself & do it yourself” metodo per una migliore integrazione tra giovani europei.
A tutti gli studenti e ai loro professori sono stati consegnati una serie di depliant messi a disposizione dal Distertto Molise Orientale sempre disponibile quando si tratta di promuovere e far conoscere le peculiarità della nostra città e del nostro Molise.

Commenti