“No alla chiusura del Punto Nascita del San Timoteo”, il grido di protesta davanti all’ospedale. Partita la petizione

TERMOLI. C’erano innanzitutto cittadini alla manifestazione di oggi. La prevista chiusura, a giorni, del Punto Nascita al San Timoteo di Termoli ha riacceso la rabbia di tantissima gente. C’erano anche diversi medici, politici oltre ad associazioni e comitati.

Tutti vicini e a sostegno del comitato Donne e Mamme del basso Molise che hanno promosso l’iniziativa di protesta, questa mattina, davanti all’ospedale della città adriatica.
Partita la petizione contro la decisione, nella sostanza e nella storia, di non permettere più a nessuno di poter dire “Sono nato a Termoli”.

C’erano, oltre al primo cittadino Francesco Roberti, anche tanti sindaci del basso Molise, gli stessi che hanno già attivato un confronto ulteriore per bloccare questa decisione. Striscioni e cartelloni che hanno “urlato” rabbia e delusione.

Commenti