Di Maio a Termoli, il candidato Premier: “Questa terra ha tante istanze da rivendicare”

TERMOLI. Il candidato premier Luigi Di Maio a Termoli. Il leader del Movimento 5 Stelle è stato oggi a Termoli ed è stato accolto da una sala del Meridiano strapiena. All’inverosimile.

“Il capolista alla Camera per il Molise sarà Antonio Federico, porterà con sé una grande esperienza da consigliere regionale, la porterà in Parlamento”, queste le prima parole di Di Maio alla stampa.

Poi il pensiero al Molise e alle sue difficoltà: “Speriamo di poter avere un ottimo risultato qui, perché questa terra ha tante istanze da rivendicare, è stata una regione dimenticata, abbandonata, conosco lo stato dell’edilizia scolastica e della sanità, dobbiamo togliere la sanità dalle mani dei politici e rimettere in piedi infrastrutture, c’è tanto da lavorare e con Antonio e tutti gli altri candidati porteremo il Molise in Parlamento per la prima volta per ascoltare le istanze di questo territorio”.

Di Maio ha parlato tanto di credibilità, elemento cardine: “Noi in questa campagna elettorale prometteremo di tagliare i vitalizi, gli stipendi e i rimborsi elettorali, però c’è una buona notizia, noi lo abbiamo già fatto negli ultimi 5 anni pur non aspettando una legge, abbiamo già rinunciato al vitalizio, dimezzato i nostri stipendi, tagliato i rimborsi elettorali, 42 milioni di euro. Questa è la credibilità, poi i programmi vengono dopo. Prima la credibilità.
Non giudicate gli altri partiti per quello che vi stanno proponendo, ma giudicateli per quello che hanno fatto negli ultimi 20 anni”.

E sul problema isolamento del Molise? “Bisogna investire sulle infrastrutture – ha detto Di Maio -. Dbbiamo togliere dalle mani dei partiti i soldi degli italiani. La mia squadra di governo nelle politiche pubbliche metteàr testa e cuore che significa competenze ma significa anche sensibilit e umanità nelle cose che si fanno”.

Commenti