Luca Tagarelli è il nuovo presidente della sezione Aia di Termoli

Con quasi il 60% di preferenze Tagarelli Luca  è il nuovo Presidente della sez. AIA di Termoli; Luca è un associato che ha dato lustro alla Sezione calcando i campi professionistici della serie C per poi completare un percorso formativo dirigenziale di prim’ordine, entrando nel progetto UEFA del Talent & Mentor e lavorando per la formazione dei nostri giovani arbitri molisani per otto anni al CRA Molise, prima con Paolo Di Toro e poi con Alessandro Petrella (attuale CRA e persona che più di tutti ha dato visibilità alla nostra sezione, arbitralmente parlando, con le sue 134 partite di serie A).

Il programma che ieri è stato premiato rispetto a quello del Presidente uscente è finalizzato a rinverdire la linea dei giovani che da diversi anni si è inaridita, riproponendo una tradizione strutturale di presenza nazionale che, per Termoli, ed il Molise tutto, era un riferimento determinante (si raggiunse anche il podio, classificandosi al secondo posto tra tutte le sezioni d’Italia, nel periodo di presidenza Carlo Scarati), grazie ad un progetto d’investimento sul bagaglio di esperienze della vecchia guardia che dovrà mettersi a disposizione delle nuove leve, per trasmettere quei valori e quelle conoscenze che i percorsi nazionali e regionali hanno loro consentito e trovare i nuovi Luca Massimi.

La valorizzazione ulteriore delle donne, come parte importante della nostra società e del calcio tutto che, con l’esordio in Champions League della Stéphanie Frappart, ha trovato nella capacità di Roberto Rosetti, la certificazione che se ci si crede, non è impensabile che un mondo maschilista, come è quello del calcio, non si possa beneficiare dell’allargamento di genere.

Altro aspetto da potenziare ulteriormente, anche per non incidere sulle tasche dei giovani arbitri non residenti a Termoli, il potenziamento degli incontri formativi tecnici, avvalendosi della didattica a distanza con giornate dedicate a visionare i loro filmati ed analizzare i loro errori.

Il coivolgimento maggiore nella vita associativa di tutti gli Associati, riportando il Memorial Rettino al centro del nostro marketing di territorio, di città e soprattutto di Sezione ed all’interno di questa manifestazione, la valorizzazione del premio Fagnani, due ragazzi che hanno fatto la storia della sezione di Termoli soprattutto nei comportamenti.

Commenti