Il passaggio di consegne

Lions Club Termoli Host, Gianbattista Amoruso è il nuovo presidente

TERMOLI. Nella suggestiva cornice del paese vecchio di Termoli è avvenuto lo scambio del martelletto alla guida del “Lions Club Termoli Host”, tra il nuovo presidente Gianbattista Amoruso e il past-president Angelo Di Florio. Come da tradizione il martelletto è usato nel Lions Club, dal Presidente per scandire con dei rintocchi su una campana, l’inizio e la fine dei lavori delle cerimonie, delle conviviali e degli eventi più importanti del Club.

Nel corso della cerimonia il presidente uscente Angelo Di Florio ha ricordato i “services” a sfondo culturale e sociale realizzati dal club nel corso del suo mandato, ringraziando i soci del club per l’attiva partecipazione alle iniziative realizzate dall’associazione.

Tra le iniziative dell’anno sociale trascorso ricordiamo la donazione del Lions Club Termoli Host di un defibrillatore all’Istituto Alberghiero Federico di Svevia di Termoli, una donazione al Lions Club International Foundation per la vaccinazione contro il morbillo, la partecipazione con altri Club al Progetto Martina, Service Nazionale dell’Associazione che ha per obiettivo l’informazione e la prevenzione sulla lotta ai tumori tra i più giovani, l’organizzazione del convegno interclub su Giovani, Lavoro e Cooperazione, l’organizzazione del convegno “Luigi Berchicci – medico e uomo – la figura del medico condotto ed il suo ruolo storico e sociale nella comunità” a Palata, il convegno Evoluzione del lionismo e della Fondazione per la Solidarietà, l’organizzazione del convegno interclub “Femminile al plurale” sul ruolo della donna nella nostra società, svoltosi ad Ururi, la partecipazione al XIII° Congresso Internazionale delle Città Murate Lions dal titolo “Le Mura : gelose custodi di Storia, Arte e Cultura delle nostre città” a Urbino, l’organizzazione del Corso di Formazione Lions Quest “Progetto per Crescere” rivolto agli insegnati della Scuola Primaria e finalizzato ad offrire supporto nelle strategie educative per bambini dai 6 ai 10 anni con il rilascio di un attestato di frequenza agli insegnanti, la realizzazione interclub di un Poliambulatorio Lions So.San. di Solidarietà Sanitaria per l’assistenza sanitaria ai poveri a Termoli, la realizzazione insieme al club “Tifernus ” di una
piazza dedicata a Melvin Jones in via delle Orchidee a Termoli, l’organizzazione insieme con la Provincia dI Campobasso della Manifestazione sulla Sicurezza Stradale rivolta ai giovani svoltasi a Termoli in piazza Giovanni Paolo II, una donazione del club per il Wolisso Project, progetto che offre agli studenti di Medicina e Chirurgia di operare nel campo della salute globale e della cooperazione sanitaria internazionale con tirocini in ospedale.

L’organizzazione interclub di un convegno “La Fraternità fondamento del vivere insieme” svoltosi a Larino e di uno spettacolo Teatrale con Giobbe Covatta a Campobasso.

Il passaggio di consegne si è tenuto, presso il ristorante Svevia di Termoli, alla presenza dei Melvin Jones Fellow Nicola Pace, Alessandro Buccino, Oreste Campopiano e Pardo Desiderio dei consiglieri comunali e soci del club Michele Marone e Andrea Casolino.

Il nuovo presidente Gianbattista Amoruso ha richiamato l’attenzione e l’impegno di tutti i soci sull’importanza delle celebrazioni che in questo nuovo anno sociale festeggeranno il centenario della fondazione del Lions Club International. Il presidente Amoruso ha inotre comunicato le nomine del
Governatore del Distretto 108A Marcello Messori ad Officer distrettuale per la Ludopatia ad Oreste Campopiano, Officer distrettuale per il “Lions Golf Trophy” di Pardo Desiderio, Officer distrettuale per l’Istruzione di Alessandrto Buccino, Officer distrettuale Global Membership Team di Antonio Plescia e di redattore della rivista Lion di Giuseppe Musacchio. Gli Officer nel Lions Club International sono membri dal gabinetto distrettuale con varie deleghe.

Il nuovo direttivo, per il 2016-2017, sarà composto dalla vice presidente Ester Tanasso, dal Segretario Alessandro Buccino, dal cerimoniere Roberto Crema, dal censore Maria Laura de Cristoforo, dal tesoriere Domenico Fabiano, dall’addetto stampa Giuseppe Musacchio e dal Presidente Comitato Soci Pardo Desiderio.

Commenti