La diocesi accoglie un nuovo sacerdote: ordinazione di Antonio Giannone

La Diocesi di Termoli – Larino accoglie un nuovo sacerdote: Antonio Giannone, 27 anni, di Rotello. Dopo aver terminato il percorso formativo al Seminario regionale ‘San Pio X’ di Chieti il diacono è stato ordinato presbitero il 5 dicembre 2017 con una solenne concelebrazione nella Cattedrale di Termoli presieduta dal vescovo, Gianfranco De Luca in occasione della festa liturgica di San Basso, patrono della città e della Diocesi di Termoli-Larino.
Alla messa con rito di ordinazione hanno preso parte l’intero Presbiterio diocesano, il rettore del seminario, don Antonio D’Angelo, e Leo Boccardi, Nunzio apostolico in Iran. In tanti hanno affollato la Cattedrale per seguire la liturgia di ordinazione che, tra i vari momenti, ha previsto: la presentazione ed elezione, gli impegni dell’eletto, le litanie dei Santi, l’imposizione delle mani e la preghiera di ordinazione.
Il nuovo sacerdote presiederà la prima messa l’8 dicembre alle 18 a Rotello e il 10 dicembre alle 18 a San Martino in Pensilis dove sarà vicario parrocchiale.

“Grazie è la parola che sento di dire perché la più vera ed essenziale. Questo grazie – ha affermato nel corso del suo saluto don Antonio Giannone – rappresenta un dono ricevuto troppo grande, tale da diventare mistero con un cuore umano che diventa cuore di Cristo nella speranza di amare come lui. Ringrazio la mia famiglia per avermi trasmesso i valori cristiani, il vescovo De Luca e l’intero Presbiterio, i miei formatori, i miei cari confratelli, ringrazio tutti. Da solo sarei un funzionario del sacro ma non un ministro di Dio nel senso più alto della parola. Nella vita è importante donare il cuore a qualcuno perché senza amare non si può vivere e se sono prete è soltanto per amore. È questo l’augurio che faccio a tutti voi”.

Commenti