La Concattedrale di Larino compie 700 anni: il programma delle celebrazioni

Un anno di grazia, il 2019, in cui la città di Larino e l’intera Diocesi celebreranno solennemente il settimo centenario del completamento (inaugurazione) della Pontificia Basilica Concattedrale della città frentana, patrimonio inestimabile di arte e fede, punto di riferimento e risorsa storico-culturale per tutto il Molise.

Per onorare questo anniversario significativo sono numerosi gli eventi in programma organizzati dalla Diocesi in collaborazione con il Comune di Larino e che avranno il culmine nella giornata del 30 luglio 2019 quando, il Vescovo, mons. Gianfranco De Luca, presiederà una solenne concelebrazione eucaristica con l’intero Presbiterio e sarà scoperta una lastra marmorea a perenne ricordo dell’avvenimento e alla presenza delle massime autorità civili e militari e di tutti i sindaci del territorio della Diocesi.

Nota storica

I settecento anni della Concattedrale nella sua forma attuale sono certificati dall’iscrizione incisa sull’architrave dell’ingresso principale del monumentale edificio. Edificata intorno all’XI secolo, fu ampliata agli albori del XIV secolo, assumendo la struttura così come la si trova oggi nel 1319. L’iscrizione ch e la contiene è la seguente: “Si praesens scriptum plane videbis, tempora nostrae locationis habebis. A. D. MCCCXIX ultimo Julii in Christo Pontificatus Domini Nostri Joannis P.P. XXII anno III, regnorum serenissimi regis Roberti anno XI, sub praesulatu Raonis De Comestabulo huius civitatis omnibus memoria fuit”.

Lo scritto in questione rammenta che il monumentale sacro edificio (elevato poi alla dignità di Basilica con Breve Pontificio del 13 luglio 1928) è stato completato il 31 luglio del 1319, nel terzo anno del pontificato di Giovanni XXII, nell’11° anno di regno di Roberto d’Angiò, essendo Vescovo della città (Larino e sua diocesi) Raone de’ Comestabulo.

Dichiarazione del Vescovo, Gianfranco De Luca:Le solenni celebrazioni per i settecento anni della Concattedrale di Larino nella sua forma attuale rappresentano, prima di tutto, un momento di lode e gloria al Signore, perché in questo luogo ricco di storia e di arte millenaria si incontra e si consolida un cammino di fede in cui, nel tempo, la comunità frentana e diocesana si sono ritrovate per condividere identità e appartenenza a un territorio in cui la cristianità affonda le sue radici più vive e profonde.

Lo stupore che scaturisce o si rinnova negli occhi e nel cuore di chi osserva e resta colpito dalla bellezza di questo monumento costituisce un motivo ulteriore per condividere questo percorso promuovendo e valorizzando al meglio il nostro patrimonio.

È molto bello ritrovarsi in questa occasione e prendere parte ai vari momenti, religiosi e culturali, pensati per celebrare l’anniversario. Tutto ciò si inserisce anche in un processo avviato dalla nostra Diocesi dedicato proprio ai beni culturali materiali e immateriali presenti sul territorio in un contesto di conoscenza, custodia e consapevolezza.

Colgo l’occasione per rinnovare il mio invito sincero a tutto il popolo di Dio per vivere questi giorni con grande gioia e partecipazione”.

Il programma degli eventi, coordinato dal Cav. Giuseppe Mammarella, responsabile dell’Archivio storico e della biblioteca diocesana, inizierà dal prossimo 25 luglio e, oltre alla collaborazione del Comune e al sostegno della Regione, ha previsto la partecipazione della Pro loco, del Gruppo animatori del centro storico di Larino. Per l’occasione l’artista Sofya Abalmasova ha realizzato tre acquerelli che riproducono la facciata, il rosone e la lunetta della Concattedrale.

Di seguito si riporta il PROGRAMMA in dettaglio:

25 luglio 2019

– ore 21.30: Concerto Bandistico “Città di Lecce” in Concattedrale diretto dal Maestro Paolo Addesso;

26 luglio 2019

– ore 21.30, chiesa di San Francesco: duo Isidoro Nugnes (chitarra classica) e Carmine Riccio (tenore);

27 luglio 2019

– ore 19.30 inaugurazione della Mostra documentaria sulla Cattedrale, allestita a cura dell’Archivio Storico Diocesano in una sala dell’episcopio.

– a seguire nell’atrio dell’episcopio si esibirà il Gruppo musicale “Andiamo per le Strade”.

28 luglio 2019

– ore 10.55 collegamento in diretta su RAI UNO con la Concattedrale di Larino, per la trasmissione della Santa Messa officiata da S. E. Mons. Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino. La liturgia sarà animata dal Coro “Don Luigi Marcangione” diretto dal maestro, Giovanni Petrone.

– ore 21.30, atrio dell’Episcopio: scuola di musica e teatro “Villaggio delle Arti” con “Le più belle Musiche da Film”.

29 luglio 2019

– ore 21.30, chiesa di San Francesco: concerto in “Amicizia, Solidarietà, Tradizione”. Il Coro “San Giuseppe” di San Martino in Pensilis si racconta all’ombra di circa 20 anni di carità spinta.

30 luglio 2019

ore 18.30 corteo processionale dalla Chiesa di San Francesco alla Cattedrale dove, alla presenza, tra gli altri, dei Sindaci dei Comuni della Diocesi, S. E. Mons. Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino, presiederà una solenne concelebrazione liturgica a cui prenderà parte l’intero presbiterio diocesano.

Al termine, sarà scoperta una lastra marmorea, posta all’interno della Cattedrale, a perenne ricordo dell’avvenimento.

La liturgia sarà animata dal Coro Diocesano diretto dal maestro Paolo Tarantino.

La giornata sarà accompagnata dal Complesso Bandistico di Larino “Don Luigi M.Aster Band”.

– ore 21.30, Concattedrale: concerto d’organo del maestro, Giovanni Petrone.

31 luglio 2019

– ore 17, atrio dell’episcopio in Piazza Duomo, “Poste Italiane” effettuerà un servizio di ANNULLO FILATELICO SPECIALE.

– ore 19: Santa messa celebrata da S. E. Mons. Domenico Umberto D’Ambrosio, Arcivescovo Emerito di Lecce, già Vescovo di Termoli-Larino, animato dal Coro “Don Luigi Marcangione”.

– ore 21.30, Chiesa di San Francesco, Orchestra Mandolinistica “Pietro Mascagni” Onlus, diretta dal Maestro Antonio Di Lauro, con la voce soprano di Laura Di Rito.

Commenti