Il muro della discordia: vicino di casa ‘infuriato’ condannato per minacce

TERMOLI. Il muro della discordia che ha fatto degenerare gli animi tra vicini di casa in via Ticino. Ieri il giudice di pace ha condannato uno di loro per minacce proferite contro il residente che ha fatto costruire quel muro.

Ma oltre alla condanna per minacce il vicino di casa dovrà anche risarcire il danno morale alla parte civile. Dovrà provvedere per di più alle spese processuali.

Una vicenda complessa che si è protratta negli anni, anche da un punto di vista mediatico. Il giudice di Larino ha ritenuto, inoltre, di rimettere gli atti alla Procura per valutare l’attendibilità delle dichiarazioni di una testimone della difesa dell’imputato. La parte civile è stata assistita dall’avvocato Marcello Benevento.

Commenti