Fruttagel di Larino, nuovo contratto integrativo aziendale: lavoro, welfare e premio di risultato

LARINO. Il 25 giugno scorso, facendo seguito a quanto già sottoscritto presso lo stabilimento di Alfonsine, si è concluso l’iter per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale per lo stabilimento Fruttagel di Larino. Le misure stabilite nell’accordo affermano non solo una redistribuzione di reddito tra i lavoratori ma anche l’affermazione di diritti per i lavoratori avventizi. Garantita la tutela per le lavoratrici madri con un’integrazione retributiva prevista per la maternità facoltativa , congedo matrimoniale, per il diritto allo studio e per eventi luttuosi o gravi situazioni familiari.
““Un grande lavoro per un integrativo aziendale all’avanguardia, che tutela i bisogni dei dipendenti a costi sostenibili per l’azienda”, ha commentato il direttore operative Fruttagel, Paolo Cristofori.

“L’Accordo sottoscritto, recepisce in modo altamente innovativo, l’importanza e la sostanza dei temi della Responsabilità sociale di impresa, assegnando alle misure di sostegno ai bisogni dei dipendenti (con grande attenzione al personale avventizio), un ruolo fondamentale – ha spiegato Cristofori – nell’intero impianto dell’integrativo aziendale.

I contenuti – come spiegato nella nota del direttore operativo – vertono sulla individuazione di tre sezioni distinte:
– Organizzazione del lavoro (con misure classicamente retributive)
– Premio di risultato (con una più precisa individuazione dei parametri legati all’effettivo andamento aziendale )
– Welfare aziendale (con una serie di misure innovative aggiuntive rispetto alle restanti sezioni)

Nella sostanza sono state adottate misure quali: permessi retribuiti per ragioni sociali particolari al personale avventizio; integrazione per tutte le lavoratrici madri di una quota retributiva in caso di la maternità facoltativa di tutte le lavoratrici madri; aspettative per bisogni particolari extra CCNL; regolamentazioni di flessibilità per gli orari delle lavoratrici madri o per i riposi programmati del personale avventizio; prevedere un supporto specialistico ai dipendenti sui temi della nutrizioni e del benessere alimentare ecc.

Definita, inoltre, una somma, da mettere a disposizione per il sostegno al reddito dei dipendenti attraverso rimborso di spese dagli stessi sostenute per ragioni legate ad esempio alla scolarità dei figli, sanitarie o di assistenza. Somma identificata in modo fisso, quindi aggiuntiva e non alternativa ai premi o alle altre misure.
Quanto sopra è stato responsabilmente condiviso con attenzione ai maggiori bisogni dei dipendenti ed anche con la necessaria attenzione alla sostenibilità economica dei contenuti complessivi del contratto integrativo.

Un ottimo lavoro, utile ed equilibrato, che pone Fruttagel – ha commentato ancora Cristofori – sicuramente all’avanguardia sui temi del Welfare aziendale e della contrattazione aziendale, e per il quale ringraziamo, oltre ai colleghi delle RSA dello stabilimento di Larino, le Organizzazioni Sindacali Flai-CGIL, FAI-Cisl e UILA-UIL del Molise”.

Commenti