Fabrizio Ortis candidato al Senato traccia il suo programma

Ecco una nota del candidato M5S al Senato Fabrizio Ortis sul programma di governo a 5 Stelle e, nello specifico, sui temi impresa, lavoro e tecnologie.

“Il programma del MoVimento 5 Stelle per migliorare la qualità della vita degli italiani – spiega Fabrizio Ortis – tra le altre cose punta su lavoro, imprese e tecnologie. Dobbiamo cominciare a pensare all’Italia come una Smart Nation.

Una nazione smart è un’Italia che investe in banda ultralarga, internet delle cose, digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, ma anchemobilità elettrica e formazione. Un’Italia che torni a una vita di qualità, con meno burocrazia, migliori servizi pubblici e più opportunità di lavoro e impresa. Le nostre priorità – spiega il candidato M5S al Senato – sono in particolare l’Impresa 4.0, che darà impulso ad una produttività da troppo tempo stagnante, la mobilità elettrica che serve anche a ridurre l’inquinamento atmosferico incidendo sull’aspettativa e la qualità della vita, la digitalizzazione, anche della Pubblica Amministrazione, che produrrà risparmi di spesa e maggiore efficienza, l’istruzione (capitale umano) e la ricerca. Per quanto riguarda la digitalizzazione per famiglie e imprese c’è l’investimento nella banda ultra larga, per consentire la migrazione dalla rete in rame a quella in fibra, e gli investimenti nell’Internet delle Cose (IoT), cioè nell’e-commerce. Ma non esiste una ‘Smart Nation’ senza unrilancio forte di formazione, università e ricerca. Per ogni euro messo in università, ad esempio, ne tornano 3,7 in termini di Pil nazionale. Inoltre questi investimenti hanno alti moltiplicatori occupazionali e garantiscono di conseguenza ingenti maggiori entrate per lo Stato. Infine, per la mobilità elettrica e il trasporto pubblico locale abbiamo un piano da 6 miliardi in 5 anni, che comprende anche la messa in sicurezza delle strade e recuperabili con l’eliminazione delle grandi opere inutili. Le sfide del futuro – termina il candidato del MoVimento 5 Stelle al Senato Fabrizio Ortis – possono essere affrontate soltanto da una classe dirigente giovane, competente e slegata dalle vecchie logiche clientelari”.

                         

Commenti