Dragaggio del porto, realtà sempre più vicina: al via l’ispezione dei fondali

TERMOLI. Nella mattinata di oggi la Guardia Costiera ha emanato l’ordinanza che autorizza l’esecuzione di lavori ricognizione e bonifica subacquea da ordigni residuati bellici. Appare chiaro che il dragaggio del porto è sempre più vicino.

Fino al 5 giugno la ditta Miar Sub srl perlustrerà scrupolosamente i fondali del porto di Termoli alla ricerca di eventuali bombe. E’ un passo necessario a garantire la sicurezza e certamente propedeutico al dragaggio.

Toccherà poi alla ditta “La Dragaggi” di Chieuti ripulire completamente i fondali (tempo previsto circa 3 mesi). Il turismo – assicurano le autorità – non dovrebbe essere intaccato. Non dovrebbero esserci ripercussioni per i collegamenti con le Tremiti.

Commenti