Centrosinistra, Frattura: “Disponibile a fare un passo indietro per l’unità”. E c’è l’indiscrezione: forse Di Pietro l’uomo della sintesi

CAMPOBASSO. “La mia priorità, come già cinque anni fa, è dare al centrosinistra la possibilità di ottenere, ancora una volta, la fiducia dei cittadini molisani.
Il mio impegno è finalizzato a favorire l’unità della coalizione con un Pd forte e determinato che possa essere protagonista, andando anche oltre la mia candidatura. Auspico che tutto il centrosinistra si adoperi in tal senso”.

E’ una dichiarazione che apre nuovi importanti scenari nel centrosinistra e arriva dal presidente della Regione, Paolo Di Laura Frattura. Sono ore frenetiche anche alla luce dei dati deludenti venuti fuori dalle consultazioni Politiche per quanto riguarda il Pd e l’intera coalizione della sinistra molisana.

Questa dichiarazione si inserisce anche in un contesto in cui al momento emergono indiscrezioni che parlerebbero di un candidato di sintesi del centrosinistra, con il passo indietro a questo punto anche dell’altro candidato venuto fuori da Ulivo2.0, Roberto Ruta per l’appunto: questo volto della sintesi potrebbe essere proprio quello di Antonio Di Pietro, che già qualche settimana fa aveva mostrato disponibilità. Del resto l’ex pm ha sostenuto il governo Frattura e gode di buona stima anche sul fronte Leva-Ruta. Per di più il suo nome sarebbe stato riportato sul tavolo della discussione anche da alcuni esponenti e amministratori locali.

Sulle dichiarazioni di Frattura interviene anche Laura Venittelli: “Il mio pensiero e progetto politico – ha detto la Venittelli – restano chiari e coerenti con l’iniziativa “Obiettivo Unità” lanciata nello scorso settembre. Bisogna plasmare una piattaforma più profonda possibile, che sia capace di ricucire con le proposte lo scollamento che il voto del 4 marzo ha dimostrato sui territori.
Da qui l’appello esteso anche oltre il perimetro del centrosinistra, ma verso quelle forze sociali e civiche che non hanno appartenenza seriale di centrodestra.
Una grande aggregazione che riesca a mettere insieme tutte quelle anime che in questi anni hanno condiviso anche dall’esterno le nostre battaglie”.

Per la presidente del Pd Venittelli i molisani dovranno prima sapere che c’è un progetto vero, serio, con al centro la voglia di guidare il futuro verso un nuovo sviluppo nella regione.
“In questo momento tutta la classe dirigente del Partito Democratico dovrebbe farsi carico di assumere un’iniziativa rapida e chiara che favorisca la sintesi tra le diverse personalità del centrosinistra in campo.
Ringrazio il presidente Frattura per il passo indietro e al senatore Ruta chiedo parimenti di fare lo stesso, affinché tutti assieme possiamo individuare un candidato condiviso col quale si vada ad affrontare la battaglia del 22 aprile con la vittoria di quelli che sono i nostri valori”

Commenti