Azione di prevenzione contro le infiltrazioni di pregiudicati in basso Molise

Nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione dei reati, il Questore di Campobasso ha disposto servizi straordinari del controllo del territorio per contrastare ogni forma di illegalità, sia nel capoluogo che lungo la costa. Infatti, considerato che durante il periodo estivo si intensificano i reati predatori, nonché furti in abitazione, spaccio di sostanze stupefacenti ed altre forme di microcriminalità, l’attività di prevenzione è stata intensificata anche con la presenza sul territorio del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara.

Mirati servizi di controllo del territorio sono stati espletati in particolar modo sulla costa con pattuglie del Commissariato di Termoli, della Squadra Volante della Questura, della Polizia Stradale e della Squadra Mobile nel corso dei quali sono stati controllati numerosi automobilisti, persone appiedate ed effettuate perquisizioni sul posto a pregiudicati.
Proprio nell’ambito delle attività di prevenzione, il Questore di Campobasso ha emesso 5 fogli di via obbligatorio e 2 avvisi orali nella provincia di Campobasso ed in particolare nel basso Molise, anche su proposta dell’Arma dei Carabinieri. La misura di prevenzione è stata applicata nei confronti di cittadini pugliesi, napoletani e stranieri (con precedenti di polizia) i quali, provenienti dalle altre regione, non hanno fornito un plausibile motivo di permanenza nella zona, in quanto non residenti, non ospiti di familiari o amici, non lavoratori nella città, non turisti. Non si esclude che la loro presenza lungo il litorale possa essere dovuta per perpetrare reati predatori, notoriamente in aumento durante il periodo estivo.

Pertanto il Questore di Campobasso ha emesso nei loro confronti il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Termoli, Petacciato e Guglionesi ingiustificatamente e senza preventiva autorizzazione per un periodo di anni tre.

Commenti