Arte e talento nel segno dell’integrazione, spettacolo di successo

TERMOLI. Dopo il Mondiale antirazzista, giunto alla sua terza edizione, nella serata di mercoledì 12 luglio ci si sposta con le attività nel centro cittadino: a partire dalle ore 19 presso la scalinata del folklore è stata allestita la mostra fotografica Primavera migrante, sono stati esposti i dipinti frutto del laboratorio di arteterapia tenutosi pressi il Sweet dream’s e si è potuto ammirare il lavoro prodotto all’interno di un laboratorio svoltosi presso Happy family.

Progetto nato per promuovere un’informazione corretta sui fenomeni migratori contemporanei e sensibilizzare la gente.

Il tutto è stato allietato da musica popolare con il gruppo pugliese dei Cala La Sera e musica etnica con Francis Akhakielen accompagnato dal maestro Luca Raimondi.

Si sono esibiti il gruppo musicale i ragazzi dello Sweet dream’s composto da ospiti del centro di accoglienza, esito di un laboratorio musicale tenuto dal maestro Ottavio D’Eugenio.

Alle 22 è stato messo in scena lo spettacolo teatrale Exit, frutto di un lungo laboratorio di teatro sociale tenuto durante la primavera dagli artisti e attori Cam Lecce e Jorg Grunert dell’associazione pescarese Deposito dei segni insieme agli ospiti del centro sociale santo spirito di Ururi.

L’ultimo spettacolo è quello del “Progetto cala la sera” che nasce dall’incontro spontaneo di giovani accomunati dalla passione per la tradizione popolare e musicale della terra del Gargano
È stata un’occasione per vedere i frutti concreti del lavoro che quotidianamente viene svolto insieme ai migranti ospiti delle strutture d’accoglienza.

Ed è stato reso possibile grazie alla Caritas, Sprar e dal deposito dei segni.

Giusy Esposito
Simone Lococciolo
Stefano Pavel

Commenti