Appartamento di via Sicilia a Campobasso trasformato in centrale di spaccio, 17enne denunciato

La Polizia di Stato, durante il periodo estivo, che coincide con il ferragosto ha intensificato i servizi di controllo del territorio, per dare sicurezza ai cittadini ed ai vacanzieri. Infatti il Questore di Campobasso ha disposto controlli straordinari sia nel capoluogo che nella città di Termoli. Continua nel periodo estivo il contrasto della Polizia di Stato agli stupefacenti, anche nell’ambito dei servizi congiunti delle diverse Forze di Polizia predisposti a seguito della Direttiva del Ministro dell’Interno nell’ambito del progetto “piazze di spaccio”.

La Squadra Mobile ha smantellato una centrale di spaccio di stupefacenti sita nel Capoluogo in via Sicilia. Numerose le segnalazioni giunte al 113 su un continuo via vai di ragazzi minori che frequentavano un’abitazione nella quale un 17enne del posto, dimorante con la madre e la sorella, si dedicava a pieno ritmo nello spaccio di sostanze stupefacenti, sia nel luogo di residenza, sia nei pressi del passaggio a livello di via San Giovanni, sia al terminal bus di Campobasso.

La Squadra Mobile, all’esito delle verifiche, denunciava il minore per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, aggravato dalla circostanza di aver posto in vendita la droga a minori, identificati dagli agenti, ai quali è stata contestata l’ipotesi di detenzione per uso personale.La perquisizione domiciliare permetteva di recuperare sostanza stupefacente del tipo hashish per circa 4 grammi, materiale per il confezionamento, bilancino elettronico, coltello intriso di sostanza da dividere in dosi, la contabilità dell’attività di compravendita, anche dello stupefacente acquistato a debito dai fornitori del livello superiore. La casa, oltre ad essere centrale dello spaccio, risultava il luogo ove intere comitive di persone si ritrovavano per il consumo di droga, anche “pesante”, in gruppo.

Commenti