Acqua in cabina, paura a bordo. Ma è un’esercitazione

TERMOLI. Nella mattinata odierna la Capitaneria di Porto di Termoli e il Comando dei Vigili del Fuoco di Campobasso, hanno dato seguito ad esercitazione a mare e a terra concernente un ipotetico allagamento a bordo di una sala macchina di un’unità da diporto.

In mare è intervenuta la motovedetta della guardia Guardia Costiera CP821, il battello pneumatico dei Vigili del Fuoco BPS14 e la moto d’acqua MDA12 simulando un primo esaurimento di acqua marina a circa sei miglia dalla costa dall’ipotetica unità sinistrata.

Nel corso della mattinata – e prendendo spunto da un evento reale – si è stabilito di estendere l’esercitazione, ipotizzando di dover proseguire l’esaurimento di acqua, scortando così l’unità interessata sino agli ormeggi in porto a Termoli. In banchina i Vigili del Fuoco, hanno messo a disposizione un APS di soccorso e due mezzi fuoristrada, implementando così le dotazioni con un’ulteriore elettropompa per garantire il completo esaurimento della sala macchina, questa volta simulata dalla motovedetta della Guardia Costiera CP2115 ormeggiata presso la banchina militare del porto di Termoli.

I mezzi messi a disposizione dalla Guardia Costiera e dai Vigili del Fuoco, hanno evidenziato un’efficace e positiva sinergia istituzionale che ha consentito di mantenere un adeguato livello addestrativo dei Comandi intervenuti.

Commenti