Abusi demaniali sul litorale di Campomarino, denunciati i titolari di 6 stabilimenti balneari

CAMPOMARINO. Nel periodo compreso tra l’ultima settimana di novembre e la prima del mese di dicembre, la Stazione Navale della Guardia di Finanza di Termoli, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di polizia
demaniale e ambientale disposti dal Reparto Operativo Aeronavale, ha constatato una serie di abusi perpetrati sul litorale costiero del Comune di Campomarino.

Più precisamente, i titolari di vari stabilimenti balneari avevano installato, in assenza dei prescritti titoli autorizzativi e concessori, delle vere e proprie palizzate nel tentativo di cautelare dalle mareggiate e dai malintenzionati gli arenili in concessione. Tuttavia, i manufatti, realizzati con onduline e reti metalliche, sottraevano alla libera fruizione del pubblico e con evidente pregiudizio per il tipico paesaggio dunale ricompreso in zona di interesse comunitario, circa 14.000 metri quadrati di spiaggia. I 6 titolari delle altrettante strutture turistiche in parola sono stati deferiti alla competente autorità giudiziaria per aver realizzato abusivamente innovazioni sul demanio marittimo, danneggiamento e deturpamento ambientale oltre alle connesse violazioni in materia paesaggistica.

L’operazione si svolta con la collaborazione della Polizia Locale e di personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Campomarino

Commenti